Test per la diagnosi di infezione da Helicobacter pylori

I disordini gastrointestinali includono diverse patologie, alcune delle quali di natura infettiva. Certamente uno dei mocorganismi che più comunemente può colonizzare la mucosa gastrica è un batterio spiraliforme chiamato Helicobacter pylori.  
L’infezione è spesso asintomatica, ma talvolta può provocare gastriti e ulcere a livello dello stomaco o del duodeno, il primo tratto dell’intestino. L’ulcera è un’irritazione o un vero e proprio foro che si forma nella mucosa, che produce un dolore intenso, soprattutto a stomaco vuoto.  Poiché si sa ancora molto poco sulle modalità di trasmissione di H. pylori, anche le misure preventive disponibili sono scarse. In generale, si raccomanda comunque di lavarsi bene le mani, mangiare cibo adeguatamente cucinato e bere acqua sicura.
Accertata l’origine dell’ulcera, il trattamento dell’infezione consiste in una combinazione di antibiotici per debellare il microrganismo e inibitori di pompa protonica per alleviare i sintomi
Presso il Laboratorio Analisi Biomedicals è diponibile un test non invasivo per la diagnosi di infezione da H. pylori. Per il test è sufficiente un campione di feci. Il test si basa sulla ricerca dell’antigene fecale con metodo ELISA mediante anticorpi monoclonali. Secondo le linee guida internazionali* è il metodo di riferimento per affidabilità, sensibilità e specificità.
*P. Malfertheiner, F. Megraud, O. Morain. Current concepts in the management of Helicobacter pylori infection. The Maastricht 2-2000 Consensus Report. Aliment Pharmacol Ther. 2002; 16: 167-80

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top