Screening celiachia


Cosa è la malattia celiaca

La malattia celiaca (celiachia) è un disordine autoimmune che, in individui geneticamente predisposti, si verifica in seguito all’ingestione di glutine. Si stima che in tutto il mondo 1 individuo su 100 sia affetto da celiachia e che 5 celiaci su 6 non sanno di esserlo. Il glutine è una proteina presente in alcuni cereali come grano, segale e orzo. Nei celiaci l’ingestione di glutine scatena una reazione autoimmunitaria che a lungo termine danneggia la mucosa e e provoca l’atrofia dei villi intestinali ostacolando l’assorbimento di alcuni nutrienti. Per l’esattezza è la gliadina, una componente alcol solubile contenuta nel glutine, la frazione tossica che innesca la reazione autoimmune responsabile del danno tissutale attraverso la produzione di anticorpi contro la gliadina e auto anticorpi anti transglutaminasi tissutale e anti endomisio.

Sintomi

I sintomi più evidenti della malattia celiaca sono disturbi gastrointestinali come ad esempio gonfiore addominale, crampi addominali, diarrea cronica, stipsi, meteorismo e flatulenza, nausea e vomito, perdita di peso e crescita ritardata nei bambini dovuta al malassorbimento. In alcuni casi si manifestano sin dall’età pediatrica ma in molti casi solo in età adulta.

Come curare la malattia celiaca

Non esistono trattamenti per la malattia celiaca. L’unica terapia al momento è la totale eliminazione del glutine dall’alimentazione, quindi derivati del grano, orzo e segale che andrebbero sostituiti con patate, riso, grano saraceno. Gli alimenti che non contengono glutine sono contrassegnati da loghi specifici ai sensi della normativa vigente. Per maggiori dettagli fare riferimento alla lista presente al seguente link

Come diagnosticare la celiachia

Il metodo meno invasivo per la diagnosi di malattia celiaca consiste nell’analisi di specifici marcatori sierologici. Attraverso un prelievo venoso si possono analizzare marcatori sierologici ad elevata specificità e sensibilità. Nel nostro laboratorio si eseguono dosaggi di anticorpi di classe IgA e IgG anti gliadina deamidata, e anti transglutaminasi con metodo ELISA e anticorpi anti endomisio con metodo di immunofluorescenza indiretta.

Quando è raccomandato lo screening celiachia

Quando si riportano i classici sintomi della celiachia o, nei soggetti celiaci, nel monitoraggio della dieta senza glutine

Screening celiachia: modalità di accesso

Nel Laboratorio Biomedicals si può eseguire lo screening celiachia anche senza impegnativa del medico. Il tempo massimo di refertazione è di 2 giorni e il referto può essere comodamente reperito sul sito web della struttura.

Qualità

Il Laboratorio Biomedicals sullo screening celiachia esegue scrupolosi controlli interni e partecipa al programma internazionale di Verifica Esterna di Qualità Autoimmune Diseases – Gluten-Sensitive Enteropathies di INSTAND per assicurare la qualità dei propri risultati.

Prendi visione dei nostri certificati di Qualità facendo click qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top